Un patto fra Fondazioni per far crescere il territorio, il primo passo di una collaborazione che potrebbe diventare strutturale, nel nome della cultura e del marketing turistico.

Le Fondazioni Oristano e Mont’e Prama partono dall’edizione 2024 della Sartiglia, sperimentando una nuova forma di collaborazione. Dall’accordo è nata la possibilità, offerta a tutti coloro hanno acquistato un biglietto per assistere alla giostra equestre che andrà in scena fra domenica 11 e martedì 13, di poter visitare, fino al 29 febbraio, il Museo dei Giganti a Cabras, pagando un biglietto ridotto di cinque euro.

“Il nostro approccio è quello di coinvolgere l’intera città e tutte le forze vive del territorio nell’incanto della Sartiglia, dei suoi riti e delle sue atmosfere – dice Carlo Cuccu, Presidente della Fondazione Oristano – crediamo che contribuire a far conoscere i Giganti di Mont’e Prama e tutte le attrazioni della nostra provincia non possa che far bene a Oristano e a un sistema di promozione che deve essere sempre più integrato con il territorio”.

Uno spirito condiviso dalla Fondazione Mont’e Prama: “La Sartiglia è uno degli eventi più importanti nel calendario sardo – aggiunge il Presidente Anthony Muroni – per noi è un onore poter collaborare in questa prima iniziativa e confidiamo sul fatto che si tratti di un inizio che possa sfociare numerosi altri passi comuni”.